news
Parco Agrisolare
19/09/2022

Parco Agrisolare

Agrinsieme ha rinnovato al MIPAAF ed al GSE la richiesta di un incontro tecnico per approfondire alcuni aspetti dell’Avviso ed in particolare dell’Allegato A “Regolamento operativo”. Con l’occasione si è messo in evidenza che la situazione verificatasi a seguito dell’attacco informatico al sito GSE non ha consentito di fornire adeguate risposte alle richieste che pervengono dalle imprese e, soprattutto, non ha messo nelle adeguate condizioni i tecnici di istruire le domande e di iniziare a caricare la documentazione sul Portale. Sul punto, si è sottolineata l’urgenza di individuare un canale di comunicazione rapido che permetta di rispondere alle diverse richieste giunte, posticipando la data di avvio della presentazione delle domande e mantenendo un periodo di apertura di almeno un mese. Nel frattempo, il 13 settembre si è svolto l’incontro tecnico con il territorio sul Bando Parco Agrisolare, che è stata l’occasione, insieme ad ANB-CGBI, per approfondire alcuni aspetti del Decreto Ministeriale 25 marzo 2022 e dell’Avviso con i relativi allegati (Regolamento Operativo, Elenco Codici ATECO, Allegato 1 TFUE, Allegato simulatore controfattualità grandi imprese, Manuale Utente Portale Agrisolare), rivelandosi un importante momento di confronto con i colleghi del territorio sulle principali criticità del provvedimento e soprattutto per rispondere ai numerosi quesiti fino ad ora pervenuti alla casella di posta agrisolare@confagricoltura.it. Da ultimo, si segnala che BNL_BNP Paribas sta predisponendo criteri specifici per inquadrare le attività di finanziamento nell’ambito della misura del PNRR “Parco Agrisolare”. Al momento, l’Istituto di credito ha previsto delle operazioni a breve termine (fino a 18 mesi) per l’anticipo, nella misura del 90 per cento, del contributo richiesto ed ottenuto dalla azienda agricola; delle operazioni a medio/lungo termine (fino a 10 anni) per la parte che non sarà supportata dalla contribuzione pubblica, nella misura dell’80% dell’investimento residuo, con un preammortamento fino a 12 mesi.