news
Energy release
29/11/2022

Energy release

Il GSE ha avviato il sistema di accreditamento al servizio energy release introdotto dal DM MiTE 16-9-2022 n. 341 “Definizione delle modalità e condizioni per la cessione dell'energia elettrica nella disponibilità del Gestore dei servizi energetici (Gse) ai fini dell'integrazione degli investimenti in fonti rinnovabili nel mercato elettrico e trasferimento ai consumatori dei relativi benefici”. Il servizio energy release mira a contenere il costo di acquisto di energia elettrica prevedendo la cessione da parte del GSE di energia elettrica a prezzi “calmierati” a soggetti con elevati consumi (clienti finali prioritari) mediante contratti triennali a termine (fino al 31 dicembre 2025), andando a bloccare, su una quota dell’energia consumata, un prezzo fisso “calmierato” (nel decreto è indicato 210 €/MWh, ma potrebbe scendere a 180 €/MWh in relazione a quanto previsto dal reg. UE 1854/22). L’energia ceduta è quella nella disponibilità del GSE, derivante da impianti a fonti rinnovabili che beneficiano di tariffe onnicomprensive o del servizio di RID (Ritiro Dedicato) e SSP (Scambio sul Posto). Il contingente disponibile per il 2023 è pari a circa 16 TWh di energia elettrica. Il meccanismo prevede che i clienti finali prioritari, anche in forma aggregata, attraverso il Portale ER – Energy Release del GSE, presentino la richiesta di accreditamento che gli consente poi di presentare, attraverso la sede di negoziazione del GME, l’offerta di acquisto. L’accreditamento potrà essere fatto entro non oltre le ore 9.00 del 5 dicembre.