news
Vino OCM investimenti
29/11/2022

Vino OCM investimenti

Confagricoltura ha scritto una lettera, poi condivisa anche dalle altre organizzazioni della filiera vitivinicola (eccezion fatta per Coldiretti e FIVI) indirizzata al Direttore Generale del MASAF Luigi Polizzi sullo schema di decreto relativo all’applicazione della misura “investimenti” ed in particolare su due elementi di novità relativamente alla cumulabilità degli aiuti e il criterio legato al benessere del lavoratore. In un articolo del decreto è stato previsto, infatti, che “gli investimenti che beneficiano di agevolazioni nazionali possono essere ammessi a contribuzione qualora il sostegno cumulato rimanga nei limiti fissati dalla normativa europea”. Vista l’incertezza della base normativa inerente al cumulo, è stato richiesto di rimuovere nel testo la limitazione prevista e di approfondire quanto prima tale problematica. Inoltre, nella bozza di decreto è stato aggiunto un criterio di priorità facoltativo denominato “benessere del lavoratore” che per come riportato potrebbe dare spazio ad interpretazioni molto ampie e discordi con diversità di approccio e conseguente svantaggio competitivo fra gli operatori di regioni diverse. Pertanto, nella lettera al fine di poter applicare il criterio senza correre il rischio che vi siano distorsioni della concorrenza tra operatori regionalmente diversi, è stata avanzata un’apposita richiesta di chiarimento sui requisiti per l’applicazione, fintanto che non verrà emanato un quadro nazionale più dettagliato in tema di condizionalità sociale.