news
Peste Suina Africana - Piano nazionale di sorveglianza ed eradicazione 2024
05/02/2024

Peste Suina Africana - Piano nazionale di sorveglianza ed eradicazione 2024

Lo scorso 30 gennaio, il Ministero della Salute ha pubblicato il nuovo Piano nazionale di sorveglianza ed eradicazione 2024 per la Peste Suina Africana (PSA), trasmesso alla Commissione europea lo scorso maggio 2023 con successivi aggiornamenti. Il Piano sottolinea l'importanza della sorveglianza attiva e passiva per ostacolare la diffusione della PSA. Le modifiche apportate, riguardano solo la struttura del documento, rispondenti alle indicazioni comunitarie; restano invariate le disposizioni per la sorveglianza e l’eradicazione. Le Regioni sono invitate a implementare le disposizioni, tenuto conto dell'evoluzione epidemiologica dal maggio 2023. Le attività, i cui costi sono ammissibili al cofinanziamento, riguardano il campionamento, i test diagnostici e altre azioni preventive e di gestione della PSA. Confagricoltura confida in una più incisiva azione finalizzata alla eradicazione della PSA ed ha ribadito in questi giorni – in concomitanza della pubblicazione del regolamento comunitario che estende le zone in restrizione - la propria richiesta per un rafforzamento del piano di contenimento della fauna selvatica ed in particolare della popolazione di cinghiali che appare comunque allo stato insufficiente. Infatti, anche se si registra il positivo andamento della epidemia negli allevamenti – ormai indenni e senza casi positivi da tempo con la conseguente soppressione della zona di restrizione III – l’estensione delle altre aree di restrizione I e II a varie province vocate alla produzione suinicola di eccellenza comporterà limiti alla commercializzazione e perturbazioni di mercato, con conseguenti danni economici per gli allevatori che andranno debitamente indennizzati.